logo_www.infoshops.it

in collaborazione con

clicca per scoprire chi siamo:  pierreci

clicca per scoprire chi siamo: palazzo delle esposizioni

japanese version

www.infoshops.it_English version

www.infoshops.it_versione italiano

HOME

CHI SIAMO

TERRITORIO

SCUOLE

AGENZIE

CONTATTACI

NEWS

UFFICIO STAMPA

NEWSLETTER

Il castello e ponte della Badia

Il decumano a Vulci

Girasoli davanti al castello di Vulci

 

 

VULCI

butteri_pellicone

La tomba Francois, Vulci

La lontra: simbolo dell'Oasi WWF di Vulci

Al confine tra Maremma laziale e Maremma toscana, il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci conserva resti archeologici di notevole importanza. La zona di Vulci è selvaggia con rupi ricoperte da fitta vegetazione. Presso l’area antica etrusca/romana, gli interventi di scavo e conservazione permettono al visitatore di conoscere le tecniche di ricerca e di restauro archeologico.
Il Fiora - il fiume che attraversa il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci - ha conservato la purezza delle proprie acque e vi sono ricchi ecosistemi nei quali trovano rifugio numerose varietà di uccelli tipici delle zone palustri e specie di animali rare e protette come la lontra. Il fiume scorre prima in un profondo canyon costituito da rocce vulcaniche per poi allargarsi in una piccola cascata nel suggestivo laghetto del Pellicone.
Nel Parco Naturalistico Archeologico di Vulci gli ospiti possono "leggere" la ricca flora del parco: lungo i sentieri che conducono al laghetto del Pellicone, alla valle del Fiora e all' area archeologica ci sono pannelli esplicativi di come le piante sono state interpretate nella mitologia, nell'arte e nella cultura del passato.
Da Vulci ad Acquapendente è possibile percorrere in bike, a cavallo o a piedi, una serie di percorsi che ricalcano i tracciati seguiti dai briganti, il più famoso dei quali è Domenico Tiburzi, per sfuggire alla cattura. L'itinerario lungo oltre 100 Km, si snoda in percorsi differenziati . Lungo il tracciato cartelli segnalano il percorso, mentre pannelli esplicativi narrano la storia e la leggenda dei briganti.

Dove si trova
Il territorio del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci è situato nella Provincia di Viterbo, nei Comuni di Montalto di Castro e Canino, a circa quattordici chilometri da Montalto di Castro, in direzione di Manciano, nelle vicinanze di importanti mete del turismo culturale(Tarquinia, Tuscania, Sovana, Saturnia) e balneare (Capalbio, Monte Argentario, Ansedonia).

Il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci
Il Parco è aperto tutto l'anno, dal lunedì alla domenica, dalle 10.00 al crepuscolo.
Call Center 0766-879729 (ore 9.00 / 17.00) dal lunedì al venerdì.
www.vulci.it

 

Il terrirtorio della Tuscia...

 

Google
WWWinfoshops.it


Segnala ad un amico!
 

  
Stampa questa pagina
stampa[2]

home

Copyright: Consorzio Tuscia Turismo - Via Pio VII n.2, Roma, 00167 - Partita IVA: 06610581008 - Privacy

Tiuk_Travelin collaborazione con:

Licenza Regione Lazio n° 5273 del 13/07/93 - Garanzia Assicurativa: Polizza n. 13036 di EUROPE ASSISTANCE in osservanza alle disposizioni previste.
Pubblicazione redatta in conformità alle disposizioni della Legge della Regione Lazio n. 63 del 17 settembre 1984