logo_www.infoshops.it

in collaborazione con

clicca per scoprire chi siamo:  pierreci

clicca per scoprire chi siamo: palazzo delle esposizioni

japanese version

www.infoshops.it_English version

www.infoshops.it_versione italiano

HOME

CHI SIAMO

TERRITORIO

SCUOLE

AGENZIE

CONTATTACI

NEWS

UFFICIO STAMPA

NEWSLETTER

15.03.2009

A BERLINO L’ASSESSORE REGIONAL CLAUDIO MANCINI
PROMUOVE IL TUSCIA OPERA FESTIVAL 2009

L’importante rassegna presentata alla più importante fiera del turismo tedesca che si è appena conclusa 

Il Tuscia Opera Festival tra gli eventi clou del Lazio presentati all’ultima Fiera di Berlino. Una vetrina d’eccezione per la rassegna di musica, arte e danza, che anche per la prossima estate offre un cartellone di rilievo internazionale. Il grande evento culturale del Viterbese, realizzato col sostegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Lazio, è stato presentato all’Itb di Berlino per invitare i tour operator a mettere in agenda gli appuntamenti e invogliare i visitatori alla scoperta dei luoghi che fanno da cornice a concerti e spettacoli. L’edizione 2009, dal 10 luglio al 15 agosto, si aprirà a Viterbo nella suggestiva piazza San Lorenzo.
In programma circa 20 spettacoli, tra i quali un grande allestimento del Don Giovanni di Mozart che vedrà sulla scena stelle internazionali della lirica, come Nic ola Ulivieri, Valeria Esposito e Marco Vinco, dirette dal maestro, e direttore Artistico, Stefano Vignati.

“Per il Lazio la Germania è uno dei più importanti mercati di riferimento, che tra l'altro alimenta flussi turistici notevoli anche ben oltre i classici periodi di alta stagione. Una piazza - dichiara l'assessore al Turismo della Regione Lazio, Claudio Mancini - su cui vogliamo rafforzare la nostra presenza andando incontro a una domanda molto attenta all'offerta culturale, ambientale e alle tipicità della nostra regione. Alla Itb abbiamo presentato proposte mirate, che puntano a valorizzare le risorse del territorio ed a offrire nuovi servizi che possono ampliare la fruizione del grande patrimonio turistico anche attraverso l'innovazione tecnologica, rispondendo alle esigenze di un turismo giovane e dinamico”
A Berlino in questa ottica è stato presentato anche il navigatore satellitare che fornirà ai turisti informazioni utili e al momento giusto. Uno strumento di marketing turistico innovativo, che passa attraverso l'infomobility.
"In occasione del l'Ibt abbiamo approfondito gli accordi tra i rappresentanti dei G.A.L. (Gruppi di azione Locale) con uno dei più importanti rivenditori tedeschi di pacchetti turistici, che rappresenta circa 2.500 bus operator di grande e media grandezza. Grazie a questa intesa - spiega il presidente dell'Agenzia Regionale di Promozione Turistica di Roma e del Lazio, Federica Alatri - gli itinerari di "Trova-gusto nel Lazio" saranno inseriti all'interno dei cataloghi di viaggio ed i navigatori saranno messi a disposizione in comodato d'uso gratuito dei bus turistici, per guidare i visitatori alla scoperta non soltanto degli itinerari, dei monumenti, dei borghi, delle aree archeologiche del Lazio, ma anche dei luoghi delle nostre eccellenze enogastronomiche, delle strutture ricettive di qualità e degli esercizi commerciali in cui trovare prodotti d'eccellenza. Saranno insomma una guida multimediale per avvicinare davvero i turisti ai sapori del nostro territorio ".
Quello tedesco è un bacino turistico notevole. Secondo i dati Istat, nel 2007 i turisti tedeschi hanno fatto registrare nel Lazio 571mila arrivi e 2milioni e 186mila presenze. In tutta Italia, gli arrivi tedeschi sono stati 8milioni e 900mila, per 46milioni di presenze.

button_previous_page

 

Google
WWWinfoshops.it


Segnala ad un amico!
 

  
Stampa questa pagina
stampa[2]

home

Copyright: Consorzio Tuscia Turismo - Via Pio VII n.2, Roma, 00167 - Partita IVA: 06610581008 - Privacy

Tiuk_Travelin collaborazione con:

Licenza Regione Lazio n° 5273 del 13/07/93 - Garanzia Assicurativa: Polizza n. 13036 di EUROPE ASSISTANCE in osservanza alle disposizioni previste.
Pubblicazione redatta in conformità alle disposizioni della Legge della Regione Lazio n. 63 del 17 settembre 1984